VISTO D'INGRESSO IN ITALIA PER SOGGIORNO FINO A 3 MESI E LETTERA DI INVITO PER STRANIERI

20 Marzo 2006

Come fare: 

Per richiedere un visto d'ingresso in Italia per massimo tre mesi (turismo, affari o altro), è necessario dimostrare di essere in possesso di:

  1. modulo per la domanda del visto d'ingresso, rilasciato dall'Ambasciata del paese straniero;
  2. fotografia recente formato tessera;
  3. documento di viaggio in corso di validità con scadenza superiore di almeno tre mesi a quella del visto richiesto;
  4. prenotazione di andata e ritorno, biglietto o dimostrazione della disponibilità di mezzi di trasporto personali;
  5. dimostrazione della disponibilità in Italia di un alloggio: vouchers turistici, prenotazione alberghiera, lettera di invito *;
  6. dimostrazione del possesso di mezzi economici di sostentamento (Direttiva del Ministero dell'Interno 1.3.2000: per conoscere l'importo esatto, chiedere informazioni all'Ufficio Stranieri);
  7. documentazione della propria condizione socio-professionale;
  8. assicurazione sanitaria avente una copertura minima di 30.000 euro (spese per il ricovero ospedaliero d'urgenza ed eventuali spese di rimpatrio).

 

ATTENZIONE: le rappresentanze diplomatiche italiane, per legge, possono chiedere qualsiasi altro documento ritengano necessario per il rilascio del visto, al fine di verificare la reale intenzione del richiedente di fare effettivamente ritorno, entro tre mesi, al paese di origine.

*La lettera d'invito (punto 5) è un documento che serve per aiutare lo straniero a ottenere più facilmente il visto d'ingresso.

Il modulo si ritira presso l'Ufficio Stranieri e l'Ufficio Relazioni con il Pubblico oppure si può scaricare in fondo a questa scheda.

Non è necessaria alcuna autenticazione del documento.

La dichiarazione va spedita allo straniero che deve fare richiesta di visto, assieme a una fotocopia di un documento d'identità della persona che intende ospitarlo (e alla fotocopia del suo permesso di soggiorno, se anch'egli è straniero).

Consigli per la compilazione della lettera d'invito:

  • non compilare la parte relativa alla data di inizio e fine del soggiorno; ciò sarà fatto presso la rappresentanza diplomatica;
  • è necessario dichiarare quale legame unisce la persona che fa la dichiarazione e quella che richiede il visto, così come è necessario dichiarare l'origine dei mezzi di sussistenza, nel paese di origine, della persona che richiede il visto; in caso di fidejussione bancaria, la ricevuta originale della fidejussione deve essere spedita alla persona che richiede il visto.

Responsabile: 

Sabrina Massazza - tel. 02 98207273
sabrina.massazza@comune.sangiulianomilanese.mi.it

Allegato: