RILASCIO E RINNOVO DEL PERMESSO DI SOGGIORNO E SOGGIORNO BREVE

20 Marzo 2006

Come fare: 

Lo straniero che entra legalmente in Italia per soggiorni superiori ai tre mesi, deve richiedere entro otto giorni lavorativi il permesso di soggiorno, che avrà una motivazione collegata a quella del visto.

Il permesso di soggiorno deve essere chiesto presso:

  • gli uffici postali con compilazione dei moduli contenuti nella busta con striscia gialla, nel caso di permesso di soggiorno per: adozione, affidamento, attesa occupazione, lavoro autonomo, lavoro subordinato, alcuni casi particolari previsti art. 27 Testo Unico Immigrazione, missione, motivi religiosi, residenza elettiva, status di apolide, studio;
  • la Questura competente per territorio (Via Montebello, 26 - Milano - dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle ore 13.30) nel caso di:

- permesso di soggiorno per cure mediche, gara sportiva, motivi umanitari, asilo politico e alcuni casi particolari previsti dall'art. 27 Testo Unico Immigrazione;

- permesso di soggiorno rilasciato (o rinnovato) a cittadini stranieri parenti di cittadini italiani o comunitari.

  • lo Sportello unico per l'immigrazione della Prefettura competente per territorio nel caso di permesso di soggiorno per: lavoro subordinato, lavoro subordinato stagionale (Corso Monforte, 31 - Milano - Tel. 02/77584343) e ricongiungimento familiare (Viale Certosa, 7 - Milano - dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle ore 13.30). Nel caso di lavoro subordinato, presso lo Sportello unico, lo straniero stipulerà il contratto di soggiorno, compilerà gli appositi moduli e, successivamente, provvederà a consegnarli all'ufficio postale per la spedizione. Analogamente, lo straniero in possesso del nulla osta per il ricongiungimento familiare, ritirerà e compilerà gli appositi moduli presso lo Sportello Unico e poi provvederà a consegnarli all'ufficio postale per la spedizione.

 

Lo straniero deve in ogni caso portare:

  • Il modulo di richiesta;
  • Il passaporto validito con il relativo visto di ingresso, se richiesto, e una fotocopia di tutte le pagine del documento stesso;
  • 4 foto formato tessera, identiche e recenti;
  • Una marca da bollo da euro 16,00;
  • La documentazione necessaria a seconda del permesso di soggiorno richiesto.

 

RINNOVO

La richiesta di rinnovo del permesso di soggiorno si fa in posta, compilando i moduli contenuti nella busta con striscia gialla indirizzati alla Questura della provincia in cui lo straniero si trova.

La richiesta va fatta a partire da:

  • novanta giorni prima della scadenza per il permesso di soggiorno valido 2 anni;
  • sessanta giorni prima della scadenza per quello con validità di 1 anno;
  • trenta giorni prima della scadenza nei restanti casi.

 

SOGGIORNO BREVE

Per i soggiorni inferiori ai tre mesi (turismo, affari), non è più richiesto il permesso di soggiorno.

Lo straniero deve semplicemente compilare, al suo arrivo alla frontiera italiana, una dichiarazione relativa alla propria presenza sul territorio nazionale.

In alternativa, ento 8 giorni al massimo dall'ingresso in Italia , deve recarsi presso qualsiasi Questura o Commissariato di Polizia per rilasciare tale dichiarazione.

Il modulo può essere ritirato presso l'Ufficio Stranieri comunale oppure scaricato in fondo a questa scheda.

Per chiarimenti e assistenza sulla compilazione dei moduli, è possibile rivolgersi all'Ufficio Stranieri del Comune

La durata del permesso di soggiorno è quella prevista dal visto d'ingresso:

  • fino a nove mesi per lavoro subordinato stagionale;
  • fino ad un anno per studio o lavoro subordinato a tempo determinato;
  • fino a due anni per lavoro autonomo, per lavoro subordinato a tempo indeterminato e per motivi familiari.

 

Il permesso di soggiorno può essere rinnovato per una durata non superiore al doppio di quella stabilita con il rilascio iniziale, fatti salvi i diversi termini stabiliti dal Testo Unico e dal Regolamento di attuazione.

Il permesso di soggiorno rilasciato per motivi di lavoro subordinato, lavoro autonomo e familiari può essere utilizzato anche per le altre attività consentite. Quello rilasciato per motivi di studio e formazione può essere convertito, prima della sua scadenza, in permesso di soggiorno per motivi di lavoro, sempre considerando le quote stabilite dai flussi di ingresso. È importante comunicare all'anagrafe del comune ogni rinnovo del permesso di soggiorno.

Il Ministero dell'Interno, con la comunicazione allegata in fondo alla scheda emessa dalla Questura di Milano il 30 luglio 2008, autorizza il transito nei paesi dell'Area Schengen agli stranieri provvisti di cedolino di richiesta per il rinnovo del permesso di soggiorno.
Tale autorizzazione è di fondamentale importanza per molte persone che, in periodo di ferie, si recano nel proprio paese d'origine, facendo uno scalo tecnico in un altro paese europeo, e quindi risparmiando il costo per un volo diretto.

Responsabile: 

Sabrina Massazza - tel. 02 98207273
sabrina.massazza@comune.sangiulianomilanese.mi.it