CERTIFICATO DI RESIDENZA E STORICO DI RESIDENZA

26 Giugno 2018

Il certificato di residenza riporta le informazioni relative alla residenza di un soggetto/individuo trascritte nel registro di stato civile, ed attesta la residenza (effettiva dimora) del soggetto indicando oltre ai dati anagrafici del soggetto anche il comune e indirizzo di residenza.

Il certificato storico di residenza documenta i cambiamenti di abitazione familiare in un determinato comune di residenza.

Come fare: 

Consegnare il modulo di richiesta, allegato a questa scheda o disponibile presso i Servizi Demografici e all'Ufficio Relazioni con il Pubblico del comune, agli sportelli dei Servizi Demografici del Comune (Certificazione-Autentiche) in cui l'intestatario del certificato è residente.

E' anche possibile richiedere i certificati anagrafici e di stato civile on line, autenticandosi nella sezione Anagrafe on line oppure richiederli via posta. Per maggiori informazioni circa queste modalità consultare le schede allegate.

Il certificato può essere richiesto e rilasciato a chiunque si presenti agli sportelli con un documento d'identità valido.

Dal 1° gennaio 2012 agli uffici pubblici è vietato rilasciare certificati da esibire ad altre pubbliche amministrazioni.

Pertanto gli uffici comunali dello stato civile e di anagrafe possono rilasciare i certificati soltanto per uso privato; sugli stessi sarà apposta, a pena nullità, la dicitura "il presente certificato non può essere prodotto agli organi della Pubblica Amministrazione o ai privati gestori di pubblici servizi".

La normativa vigente (*) infatti obbliga la Pubblica Amministrazione e i gestori di servizi pubblici ad accettare (e pertanto a richiedere) , in sostituzione dei certificati anagrafici e di stato civile, l'autocertificazione.

(*) Legge 12 novembre 2011 n. 183 "Legge di stabilità 2012"

Decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445 "Testo Unico in materia di documentazione amministrativa"

Tempi

Rilascio immediato.

Validità

Sei mesi dalla data del rilascio. Se dopo la scadenza e dopo la scadenza le informazioni in essa contenute non sono variate, gli interessati potranno dichiararlo in calce, senza l'obbligo di autenticare la firma né di apporla in presenza del dipendente addetto.
Le Pubbliche Amministrazioni, nonché i Gestori o Esercenti Pubblici Servizi che lo richiedono, dovranno ancora ritenerlo valido.

Costi: 

I certificati anagrafici per legge sono rilasciati in marca da bollo da 16 euro, l'imposta di bollo può anche essere pagata in modo virtuale presso gli sportelli Certificazione-Autentiche; occorre però versare all'atto della richiesta 0,52 euro per i diritti di segreteria.

Solo per alcuni usi, elencati sul retro del modulo di richiesta del certificato, che corrispondono alla Tabella (allegatoB) al D.P.R. 642/72 o contenuti in altre leggi speciali, è prevista l'esenzione dal bollo.

Se il cittadino, nell'apposito spazio del modulo di richiesta, indica come uso del certificato uno di quelli per cui è prevista l'esenzione del bollo, al rilascio del documento dovrà solo versare 0,26 euro di diritti di segreteria.

l'imposta di bollo può anche essere pagata in modo virtuale presso gli sportelli Certificazione-Autentiche

Dal 1° aprile 2019 per importi superiori a € 15,00 è necessario pagare con POS (bancomat o carta di credito). Non si accetta il pagamento in contanti.

Responsabile: 

Cristina Zanaboni Tel. 02 98207236
cristina.zanaboni@comune.sangiulianomilanese.mi.it